Blog: http://TesiPatafisiche.ilcannocchiale.it

Fenomenologia del post (Oggetto Unico dell’Esimio Riformatore)

Lo chiameremo anche: post-gemellaggio o dell’invenzione reciproca.

Si verifica nell’istante in cui lo scrivente realizza compiutamente lo slancio della comunicazione che solo in isolate coincidenze si concretizza in comprensione con il lettore.

Alla natura istantanea della comprensione si attiene la definizione di immersione nell’altro per cui:

dati i soggetti    a(1)…a(2)…a(3)…….....a(n)  dell’insieme iA

ed i soggetti      b(1)…b(2)…b(3)………b(n)  dell’insieme iB

questi sono in relazione tra loro al punto da realizzarsi in comprensione solo se si verificano le seguenti condizioni:

  1. Per ogni modello costruito su invenzioni tratte dalla classe di oggetti iA esiste un modello tratto da adeguate proiezioni nella classe di oggetti iB;
  2. Se ad ogni proiezione di a(i) à b(i) è riconducibile un’immedesimazione simbolica o una qualsiasi natura di “invenzione reciproca”.

-         E’ assolutamente necessario che l’ordine delle invenzioni ideali sia reciproco, di modo che lo scrivente possa trovare nel lettore se stesso e viceversa.

-         L’invenzione reciproca mutuata in eventuale comprensione comprende qualsiasi genere di contraddizione ed eccezione, realizzando lo spessore patafisico richiesto.

Formalizzando i modelli gemellari:

[a(1) à b(1)] + [a(2) à b(2)] + [a(n) à b(n)] = ∑ iA à ∑ iB

questi realizzano gemelle coppie di comprensioni solo se esauriscono le condizioni richieste.

In caso contrario le stesse coppie, incapaci di invenzione reciproca, realizzano modelli ordinati in inadeguate associazioni prive di significato.

Concludendo,

Le proiezioni che distinguono modelli di incomprensione non sono dotate della possibilità di realizzare l’ invenzione reciproca, disperdendo centrifugamente i connotati della gemellatura ideale.

L’opposta centripeta attrazione tra modelli, che distinguono la comprensione dagli smarrimenti di rotta, realizza un assembramento dell’ invenzione intorno allo stesso scrivente, condannato alla residua auto-comprensione.

Barnaba

Pubblicato il 19/5/2004 alle 15.34 nella rubrica Fenomenologia del Post.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web